E.L. James – Cinquanta sfumature di Grigio

More about Cinquanta sfumature di grigio

Serie: Fifty Shades of Grey 1

Quando Anastasia Steele, graziosa e ingenua studentessa americana di 21 anni incontra Christian Grey, giovane imprenditore miliardario, si accorge di essere attratta irresistibilmente da quest’uomo bellissimo e misterioso. Convinta però che il loro incontro non avrà mai un futuro, prova in tutti i modi a smettere di pensarci, fino al giorno in cui Grey non compare improvvisamente nel negozio dove lei lavora e la invita ad uscire con lui. Anastasia capisce di volere quest’uomo a tutti i costi. Anche lui è incapace di resisterle e deve ammettere con se stesso di desiderarla, ma alle sue condizioni. Travolta dalla passione, presto Anastasia scoprirà che Grey è un uomo tormentato dai suoi demoni e consumato dall’ossessivo bisogno di controllo, ma soprattutto ha gusti erotici decisamente singolari e predilige pratiche sessuali insospettabili… Nello scoprire l’animo enigmatico di Grey, Ana conoscerà per la prima volta i suoi più segreti desideri. Tensione erotica travolgente, sensazioni forti, ma anche amore romantico, sono gli ingredienti che E.L. James ha saputo amalgamare osando scoprire il lato oscuro della passione, senza porsi alcun tabù. Il successo senza precedenti della trilogia Cinquanta sfumature, di cui questo è il primo volume, è iniziato grazie al passaparola delle donne che ne hanno fatto nel mondo un vero e proprio cult. Come un ciclone inarrestabile, la passione proibita di Anastasia e Christian ha conquistato le lettrici prima attraverso la diffusione in ebook, poi in edizione tascabile, ponendosi al primo posto in tutte le classifiche del mondo.

 

Commento 1 (quello più verace)

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Commento 2 (quello in cui provo ad essere più misurata)

Sì seriamente, insomma ecco

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

No ma seriamente come si fa a recensire un libro il cui protagonista dice “Anastasia, io non faccio l’amore, io fotto”? Che volendo potrebbe tranquillamente essere l’ultimo motto dei papaboys.

Commento 3 (no dai questo è il commento vero)

Ho smesso di ridere. Ora sono seria. Io non amo i libri disonesti. Io sono la regina del libro di merda, ho letto e leggerò tantissimi libri di merda, ma hanno quasi tutti il pregio di essere onestamente libri di merda. Questo libro, per tutta una serie di cose, viene presentato come wow ehi sono edito dalla Mondadori Omnibus, mica ciccia, ho una copertina molto figa, ehi oh non so se avete apprezzato il gioco di parole Grigio/Grey ehi strizzatina d’occhio che finezza mica cotica, ehi nota la cravatta, ehi chissà a cosa serve la cravatta, ehi sì sì hai capito bene eh eh ehi ehi strizzatina d’occhio, solo che tolta la sottile patina dorata e glitterata si svela per quello che è e non resta niente. Patina che prende la via del cesso dopo pagina due. Non è un problema di trama, la trama è il meno, sì la trama è una puttanata però è il meno. E’ che è scritto proprio male, in modo quasi dilettantesco. E’ scritto in modo tale che ti viene da ridere per quanto è piatto e banale. I protagonisti hanno lo spessore di una sottiletta pressata dal culo di un ippopotamo. Anastasia, lei, Anastasia, passa dall’essere una verginella allo status di smandrappata nel giro di mezzo minuto. Che poi Anastasia va bene come nome per una verginella, ma non per la smandrappata. “Oh Anastasia ti voglio”, non capirò mai ‘sta cosa dei libri erotici per cui bisogna sempre chiamarsi per nome in certe situazioni, specialmente quando ti chiami Anastasia. Sì insomma avete capito che Anastasia come nome mi fa ruttellare. Lui è l’uomo meno affascinante del mondo. Te lo presentano come “Ehi, son Christian Grey, ottimo direi” e non fai altro che pensare “Ma chi è ‘sto sfigato pieno di soldi? Ma che cazzo vuole? Ma datemi un tizio con le braccia di un toro e fuori dalle balle, su”. L’appeal della sottiletta dopo essere stata pressata dal culo dell’ippopotamo.

Ah a proposito della smandrappona: prima fai le peggio cose, a pancia in su, a pancia in giù, di fianco, a pecora, nella vasca da bagno, ti fai fottere (testuali parole del Grigio) in tutti i luoghi e in tutti i laghi e va bene, è tutto molto bello tanto che non riesci più a camminare. Poi lui passa a farti del sesso orale e ti vergogni? TI VERGOGNI? Ma sei cretina o cosa? Ma muori va là. Perché in tutti i libri le donne si vergognano del sesso orale ricevuto dopo che ne hanno combinate più di Carlo in Francia? Non ha veramente alcun senso.

Sì comunque sei cretina. A un certo punto c’è ‘sto contratto che lui vuole farle firmare, un contratto dove ci sono tutte le robe che andranno a fare, un contratto che sancisca che lui è il dominatore (ohohohoooo) e lei la sottomessa (buuuuuh). Pagine e pagine sul contratto. Pagine e pagine e ancora pagine sul contratto. CONTRATTO CHE NON HA ALCUNA VALENZA LEGALE!!! In confronto il dressage è Gardaland.

Perché ha avuto così tanto successo? Perché se ne è parlato così tanto? E’ per via delle scene di sesso e del rapporto tra i due? Su youporn si trovano cose migliori, senza tutte le sovrastrutture idiote di questo romanzo e con meno seghe, nessuna delle quali mentale. Non lo so. Per me è inspiegabile, inspiegabile cazzo. Ci sono centinaia di libri che hanno la stessa trama orrida e sono scritti meglio. Ci sono centinaia di libri in cui lui e lei trombano come due ricci senza contratti o menate varie. Ci sono centinaia di libri in cui la protagonista non si chiama Anastasia, e già questo è un gran punto a loro favore.

Nel caso ve lo steste chiedendo, no non mi è piaciuto. Mi sono fermata a pagina 171 e ho fatto uno sforzo enorme per arrivarci. Non me ne frega una mazza di come va a finire perché è scritto talmente male che viene tutto azzerato. Non compratelo. Se siete curiosi fatevelo prestare o procuratevelo in un’altra maniera. Non spendete 12€ o quelli che sono. Youporn è gratis. Più godimento meno rosicamento is the new slogan d’ora in poi.

25 pensieri su “E.L. James – Cinquanta sfumature di Grigio

  1. io l’ho letto in inglese e confermo che è scritto di merda. non si può nemmeno dare la colpa ai traduttori.
    Che poi ogni volta che trombano lui dice “oh, Ana” e mi scappa da ridere, se già la storia in sè non bastasse.
    E comunque i seguiti sono ancora più esilaranti XD

  2. Dopo aver letto la tua recensione ho deciso che quando avrò bisogno di farmi due risate passerò dalla biblioteca del mio villaggio…anche se temo che la mia attenzione possa poi essere dirottata verso letture migliori…anzi…sarà cosí sicuramente…

  3. AHAHAHAHAHAHAHAHAH!!! IIIIIHHHHHHHHHHHHHHH!!!! Margherita for President!!! Io non ho mai riso tanto (specialmente al termine di una giornata di merda come oggi) nel leggere una recensione:-)))

    Beh dai, in fondo anche la sorellastra di Cenerentola aveva diritto a divertirsi un po’, anche senza il principe azzurro…:-))

    Ma Grey è quello della cera per pavimenti?
    IIIIHHHHH!!! Che ridere Margherita… No guarda, “giornata di merda” è un eufemismo. Sul serio, essere riuscita a farmi ridere così oggi è miracoloso. Comunque io suggerisco “Il delta di venere”, da acquistarsi (come feci io) preferibilmente in una libreria filo-cattolica, per gustarsi la faccia severa della commessa che si sforza di farvi capire che lei quella roba lì non la leggerebbe mai…:-))

  4. Io credo di sapere perchè vende. Le stesse ragioni di Twilight solo che al posto del vempiro gnokko c’è il riccone porco. (Che poi ho controllato e ci sono le stesse conversazioni inutili, quasi identiche ti giuro, e gli stessi meccanismi e lo stesso amore perchè sì e basta!).
    Io penso che si tratti di psicologia e non di letteratura, le scrittrici rispondono a una sola domanda: cosa vogliono le donne, la maggior parte delle donne?
    Vogliono essere divinizzate dal maschio/maschi più fico del circondario e più è irraggiungibile meglio è (vampiro, riccone altolocato) perchè questo fa sentire le donne che si immedesimano le più desiderate e invidiate di tutte e cosa voglione le donne se non questo? L’uomo alfa che le possegga violentemente. Che poi sono sempre bellissimi, cosa che in 50 sfumature viene precisata ala seconda pagina, subito subito “la bellezza sconvolgente…la perfezione…la quintessenza della bellezza..” ecc…Pensa se avesse scritto che era bruttarello o così così, la magior parte delle femmine in calore lo avrebbe buttato via dalla finestra! No , deve essere bellissimo affinchè loro si sentano amate. E lo stesso vale per la scarsa caratterizzazione dei personaggi…Insomma te l’ho detto, è psicologia e purtroppo, funziona. Io sono arrivata al contratto ancora non so se riesco a finirlo non riesco a sopportare virgolette usate per il pensiero della ragazzaa °_° un obrobbrio che non capisco come sia possibile che l’editing nn l’abbia abbia corretto…

    • Chi scrive queste boiate delle donne non ha capito nulla, né psicologicamente né sessualmente. L’uomo alfa sarebbe bene si estinguesse per autoconsapevolezza (che l’incenerimento e la gogna però andrebbero bene…). I belloni piacciono alle quindicenni. Per conquistare una donna, serve e servirà sempre l’amore per il genere femminile ( i misogini sono dei grandi impotenti) e il cervello. Il successo di questi librucoli è dovuto a campagne mediatiche (quelle sì studiate ben bene da un punto di vista psicologico!) milionarie che ti dicono quello che deve piacerti. E fanno grossi danni perché poi la gente incosapevolmente pensa che gli uomini e le donne reali siano davvero così, confondendo un immaginario che nessuno vuol vivere nella realtà (donne sceme e uomini violenti) con la realtà vera delle persone.

        • A me piace l’uomo “alfa”, sicuro di sé, deciso, ma tutto sommato “semplice”, lineare, senza troppe fòle… e infatti non mi piace il Signor Grigio, una gigantesca palla al piede piena di problemi inutili.

          (questo prescindendo dall’aspetto letterario e dal fatto che il libro abbia venduto qualche copia di troppo -tutte-)

          • Piacerebbe anche a me che non fosse vero, ma è così, la maggior parte delle donne vuole quel babbuino come uomo e fantastica di essere trattata da regina, poco importa se insensata, sculacciata e rimbambita. E il fatto che venda tanto la dice lunga, non è Jane Austen o Harry Potter, non c’è niente di letterariamente notevole o stimolante o sorprendente o originale. C’è solo la facile immedesimazione in personaggi stantii che hanno la vita facile. Personalmente non mi spiego in altro modo il successo, anche perchè è scritto davvero male…

          • peyton, non condivido una sola riga di quanto scrivi. Vende quello che è ben pubblicizzato, anche se, come in questo caso, è un’emerita cazzata. E vende proprio perché appaga i luoghi comuni propagandati dai mass media, che appagano i rancorosi verso le donne. Si vede dall’aggressività degli unici due maschi che hanno commentato il post, quanto siamo messe bene…
            Nemmeno capaci di non confondere realtà e fantasia? Sempre liberi di offenderci? No, mi dispiace, ma non faccio da valvola di sfogo per chi ha problemi con le donne..

          • Un libro non vende solo se ben pubblicizzato. QUello aiuta ma non basta soprattutto se è una trilogia: se leggi il primo e non ti dà niente come dici tu, non compri gli altri due. Gli uomini contano poco qui visto che l’80%dei lettori della saga sono donne pare…

    • E infatti le donne che lo hanno letto ne hanno riso. Finché non è arrivato, qui sul blog come nella vita reale, il veleno dei misogini…
      Se tu pensi che le donne siano cretine e il tuo piacere è quello di venire a dircelo, ti llascio l’ultima parola. So che i prepotenti ne hanno sempre un gran bisogno…

      • Oh mio dio! Io ho dato solo un mio parere su un libro, devo sentirmi insulatare per questo e chiamarmi prepotente ecc.. da una che non sa opporre alle mie argomentazioni un’obiezione che sia sostanziosa ed esplicativa invece del “no no noo tu sei una bulla e io ti dico che hai torno senza dartene spiegazione”?
        Sono tre messaggi che cerco di abbassare i toni e tu riparti con reiterati insulti. Si può comunicare anche senza sai? Se hai degli argomenti, certo…
        Io non penso che le donne siano stupide: IO sono donna e sono la persona più intelligente che conosca. E sto scrivendo su un blog di un’altra donna se non erro, se pensassi che siano stupide perchè ci perderei tempo? Ora, questo non dovevo spiegartelo io, era abbstanza scontato. Quello che ho detto e sottoscrivo, è che questo libro fa pena e se la maggior parte delle donne che lo ha letto lo considera bello ed eccezionale e bla bla bla è per le ragioni che ho illustrato sopra. “La maggior parte delle donne”, te lo riscrivo sennò ricominci con gli insulti, non è abituata a leggere (guarda le statistiche prima di insultarmi), “la maggior parte delle donne” si è sperticata in applausi e belle parole per questo libro e ti basterà leggere qualche recensione o seguire qualche gruppo su internet per capirlo PERCHè SE UNA PARLA DEVE PRIMA INFORMARSI, QUESTO FANNO LE DONNE INTELLIGENTI E NON RICORRONO AGLI INSULTI O PEGGIO, ALLE GENERALIZZAZIONI FATTE “TUTTE LE DONNE SONO FICHISSIME E INTELLIGENTI YEH YEH”.
        Quindi, ripeto che magari ora si capisce meglio…magari, io credo che il successo sia dovuto ai fattori che ho elencato sopra nell’illusione che potessero dar adito a una conversazione intelligente. Sono un’illusa lo so. Se vuoi rileggerteli e cercare di capirci qualcosa, credo che sarebbe un bene per te, se non vuoi farlo puoi anche continuare a sperticare frasi fatte e campate in aria “perchè sì”. In entrambi i casi, non mi cambia niente.

  5. Trovo che sia semplicemente un Harmony col preservativo, avesse avuto in omaggio come segnalibro un eco-pelvica sarebbe stato perfetto…..avete presente quelli che all’edicola comprano il quotidiano solo per poterci nascondere dentro i giornaletti porno…il concetto è lo stesso …..se mi vedono leggere il Kamasutra chissà cosa pensano…..ma se mi vedono leggere un bestsellers ….è diverso…..an e mancano pure le illustrazioni…..

  6. In un momento letterario dove il 90% degli italiani ha un romanzo scritto nel cassetto, quale modo migliore per emergere dal piattume (e pattume) generalizzato e far soldi? Fare scalpore, far parlare di sé. Che uno abbia o meno le capacità letterarie di saper raccontare una storia, che sia anche abbastanza godibile a livello contenutistico, è cosa di poco conto, nel panorama affaristico che travolge anche il mercato librario.

  7. geniale, geniale!finora, avendo subodorato da commenti raccolti qui e lì e accenni al genere del libro (mommyporn!mommyporn!) non mi ero nemmeno peritata a leggere la sintesi della trama sul retro della copertina di una delle 20000 copie sbattute sulle vetrine delle librerie di tutt’Europa. Che dire: ulteriore riprova del fatto che non si pubblica necessariamente il meglio. Anzi. E bisogna continuare a cercarli, quei libri dimenticati, dalle copertine poco attraenti,capaci di affascinarci con le loro parole, di farci compagnia con le loro storie

Un bel tacer non fu mai scritto: non censuro nessun commento (spam escluso) ma mi riservo il diritto di non rispondere.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...