Avvertenze

Poi io non ero gioviale, bonaria, panzona buontempona, non facevo di tutto per piacere al mio interlocutore, per colpirlo con la mia disarmante simpatia, con la mia vitalità, la gioia di vivere, come fanno in genere le ciccione per farsi accettare.
No, io ho un che di rabbioso.
Sono più brutta dentro che fuori.

tumblr_lozhavcuf61qe7mxjo1_500Questo blog è nato per tenere traccia delle mie letture su aNobii, in un periodo in cui aNobii funzionava un giorno sì e tre mesi no. Poi ho smesso di leggere, ma ho avuto l’ardire di continuare a scrivere. Scrivere di me, di quello che mi circonda, della mia città, di ciò che mi piace, delle mie serie tv, ogni tanto ancora di libri, di ciò che succede nel mondo e che per qualche motivo mi colpisce. Tutto qua. E’ un blog su di me, mecentrico, e questo vuol dire che sì c’è massima libertà, non penso di avere mai censurato nessuno, se non per spam, ma non pretendiate una risposta, non amo confrontarmi o dover discutere i miei pensieri, giusto o sbagliato che sia. Ho sempre approvato anche commenti piuttosto “duri” sulla mia persona e va bene, sono contro la censura, ma anche in questo caso mi sento libera di non rispondere, sia perché il blog è mio, sia perché non mi piacciono le persone che dopo non aver rispettato i miei spazi, le mie difficoltà e il mio dolore esigano anche un commento per iscritto. Se qualcuno vuole sindacare sui miei problemi, banalizzandoli come se io fossi troppo stupida per giungere a una felice soluzione, faccia pure, ognuno si regoli con il proprio buonsenso e la propria testa, ma la mia scelta è quella di non prendere parte alla discussione.

«Certo che siamo proprio insignificanti davanti all’universo.»
«Parla per te, scusa eh.»

Io sono un’amante della gentilezza, un valore che si è perso nel tempo, un valore letteralmente annientato dalla morale imperante dell’indifferenza, dello sticazzi, del proprio orticello, la gentilezza è una virtù dell’animo di cui ora si pensa di poter fare a meno. Non qua. Siate gentili con me. Essere gentili non significa per forza dovermi dare ragione o tirar su di morale con frasi di circostanza, significa essere cortesi, essere opportuni, significa sapere quando è il momento per provare ad essere d’aiuto e quando invece un sorriso basta.

La gentilezza a parole crea confidenza. La gentilezza nei pensieri crea profondità. La gentilezza nel dare crea amore.

I sentimenti più dolorosi e le emozioni più pungenti, sono quelli assurdi: l’ansia di cose impossibili, proprio perché sono impossibili, la nostalgia di ciò che non c’è mai stato, il desiderio di ciò che potrebbe essere stato, la pena di non essere un altro, l’insoddisfazione per l’esistenza del mondo.
(Fernando Pessoa)

b420aa461379f589c67757035f77285bNon amo molto essere incoraggiata, perché già so che non sarò in grado di seguire i consigli datemi; gli incoraggiamenti, le pacche sulla spalla, i consigli, la strada più semplice, tutte cose che mi fanno sentire in colpa, mi demoralizzano e mi avviliscono. Non è d’aiuto nemmeno sapere che il peggiore dei brocchi è riuscito dove io ho fallito/sto fallendo/fallirò miseramente.

Penso che la bellezza salverà il mondo, ne sono convinta. E’ attualmente la bellezza che salva il mio di mondo, che mi impedisce di andare alla deriva. Punto all’invisibilità, perché la penso come Palahniuk, “If I can’t be beautiful, I want to be invisible.”, il più bel complimento che qualcuno possa farmi è “Scusa ma non ti avevo visto”.

Do asilo dentro di me come a un nemico che temo d’offendere, un cuore eccessivamente spontaneo che sente tutto ciò che sogno come se fosse reale che accompagna col piede la melodia delle canzoni che il mio pensiero canta, tristi canzoni, come le strade strette quando piove.

(Fernando Pessoa)

 

 —————

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»

 

Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Un pensiero su “Avvertenze

  1. Leggo con piacere le tue parole. Mi piace la tua ironia, il tuo sarcasmo, il tuo modo intelligente di comunicare. Mi rivedo in qualcuna delle tue parole e ho già sorriso più volte leggendoti in meno di 15 minuti. Complimenti per il blog! :)

Un bel tacer non fu mai scritto

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.116 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: